news

27/09/2019

Riabitare un fienile - Ostra (AN)

1
2
3

Il progetto nasce dal desiderio del proprietario di recuperare il vecchio fienile “dietro casa”, mantenerne inalterate le caratteristiche estetiche e andarci a vivere.

L’idea progettuale è quella di mantenere il più possibile inalterate la forma e i materiali “poveri” di facciata, tenere ben distinti i materiali nuovi utilizzati per l’ampliamento e andare a ricostruire le pareti  e i solai in legno. Non andremo a stravolgere la natura dell’edificio esistente, ma ne manterremo intatto il carattere di edificio rurale, fatto di materiali “poveri” a volte poco rifiniti, e andremo a recuperare il rapporto molto aperto tra interno ed esterno, per lo meno a piano terra.

 

 

L’unità residenziale si sviluppa su due piani per circa 140 mq, l’ingresso principale è spostato verso la strada, ma rimane distante da questa; un secondo ingresso affaccia su quella che potremmo considerare la vecchia ”aia”.

A piano terra le aperture rimangono quelle esistenti: le due più grandi poste l’una di fronte all’altra inquadrano il vigneto sul retro. La pianta rimane libera, occupata al cento longitudinalmente dall’isola della cucina,  a ridosso della dispensa e di un piccolo bagno; l’area pranzo occupa lo spazio tra le due vetrate e il soggiorno l’area verso l’ingresso.

 

 

Al piano primo si trovano le due camere, quella principale con doccia e guardaroba privati, e un bagno comune.

La scelta della costruzione con struttura  in legno (Platform Frame Subissati), deriva dalla ricerca sui materiali naturali per vivere quotidianamente nel confort, sicurezza e risparmio energetico.

 

 

Committente: Privato

Progettazione architettonica: Arch. Phd Silvia Lupini

Progetto strutturale: Ing. Andrea Montagna e Ufficio Tecnico Subissati

 

 

 

 

 

 

TORNA ALLA HOME

LA TUA CASA SUBISSATI RICHIEDI UN PREVENTIVO