news

31/05/2021

Progettare un edificio sostenibile - San Costanzo (PU)

 

TESTO INTERVISTA

 

Ogni progetto che facciamo qua in studio è basato sulle necessità ed i bisogni dei futuri fruitori, racconta la committenza diciamo.

Anche in questo caso è stato così il vantaggio nello specifico è che Marcello e Heather sono stati una controparte molto competente, molto preparata e molto informata. Avevano già chiaro in testa l'obiettivo finale e anzi ricordo che ci imposero due diktat inamovibili

il primo che la casa doveva essere in legno, quindi una casa innovativa una casa all'avanguardia una casa con efficientemento energetico, domotica. Tutti aspetti attuali.

lL'altro diktat era che questa casa in legno dovesse essere realizzata dalla ditta Subissati ovviamente a noi tecnici è una cosa che ha fatto piacere perché Subissati è un'eccellenza del nostro territorio.

Nonostante fossero residenti a Milano da una vita e avessero visionato già altri competitor del nord e del luogo ricordo ancora le parole di Marcello quando mi comunicò la scelta che rimase esterrefatto visitando la ditta e alcuni cantieri in primis dalla tecnologia e dai macchinari utilizzati e in secondo luogo dall'ordine e la pulizia l'organizzazione che aveva la ditta in cantiere

 

Con una ditta del genere si riesce ad avere la certificazione di tutti i materiali prodotti e anche la tracciabilità quindi che vengono impiegati in cantiere quando ci è stata comunicata questa scelta ovviamente ci ha fatto piacere.

Nello specifico il progetto sviluppa tre volumi distinti diversi per orientamento posizione dimensione, destinazione dei vani interni.

Il concept di base è stato quello di esaltare il paesaggio che avevamo intorno e di creare un rapporto rispettoso e armonico tra ambiente esterno e interno.

A livello costruttivo non è stato semplice trasformare l'idea di progetto nella realtà dei fatti ma grazie all'ufficio tecnico Subissati e ai suoi ingegneri siamo stati in grado di rispettare i desiderata della committenza e fare in modo che venisse a crearsi questo continuum armonico tra spazio esterno e spazio interno.

Questo progetto è stato un vero e proprio lavoro a distanza in quanto abbiamo avuto a che fare con una committenza residente fuori regione e quindi tutta la fase di progettazione e composizione è avvenuta praticamente tramite video chiamate, telefonate o via mail e lo stesso per quanto riguarda la fase successiva cioè quella costruttiva e di cantiere dove le visite in cantiere della committenza avvenivano con cadenza di una volta al mese una volta ogni due mesi.

È stato un lavoro con una percentuale di imprevisto molto alta rispetto ad uno standard perché lo slittamento delle tempistiche e la lievitazione dei costi poteva essere una variabile molto probabile ma oggi, a fine lavori, possiamo dire che nulla di tutto ciò è accaduto e anzi possiamo permetterci  di dire che tali lavorazioni e tali casistiche è possibile affrontarle con tranquillità e serenità se e come è successo a noi si viene a creare una sinergia forte tra committenza tecnico progettista e impresa esecutrice se questi tre soggetti hanno stima e competenza ovviamente e fiducia l'uno nell'altra e hanno come obiettivo comune di perseguire la realizzazione di un edificio ecosostenibile come questo si arriva alla fine senza nessun imprevisto ottenendo il risultato che oggigiorno  Heather e Marcello si possono meritatamente godere.

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

 

Dicono di noi

 

Le nostre certificazioni

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

 

Richiedi un preventivo

 

 

TORNA ALLA HOME

 

LA TUA CASA SUBISSATI RICHIEDI UN PREVENTIVO