dicono di noi

22/11/2019

Alessandro abitazione unifamiliare - Ostra Vetere (AN)

In questo video Alessandro ci racconta la sua esperienza con la nostra azienda. Buona Visione

 

" Ci ha fortemente colpito la qualità dei prodotti del capitolato "

 

TESTO INTERVISTA

 

"la scelta della casa in legno è stata dettata anche e quasi in parte principalmente da quello che è stato la dalla paura del  terremoto.

Queste pareti molto alleggerite fanno si che la casa sia molto più sicura in caso di una forte scossa, essendo le Marche purtroppo una delle regioni più toccate dai terremoti di questi ultimi trent’anni la scelta è stata quasi non obbligata ma di coscienza obbligata anche per un domani per i nostri figli e ci siamo accorti che comunque era una spesa che potevamo tranquillamente sostenere con molti sacrifici però gli stessi sacrifici che ci avrebbe comportato una casa in cemento armato magari in una palazzina.

Abbiamo scelto di crearla da zero e di veramente disegnare a mano tutti i nostri spazi per quelli che erano i metri quadri considerate che in 100 mq siamo riusciti a ricavare lo spazio per un open space e cucina salotto, tre camere da letto e due bagni cosa che in un appartamento era quasi impensabile.

Infatti essendo totalmente libera da colonne portanti al centro la casa si è potuta dividere a nostro piacimento ed è venuto fuori proprio il sogno che cercavamo.

Quando siamo arrivati da Subissati a Pongelli d’Ostra Vetere c’ha accolto subito Andrea e c’ha fatto vedere passo dopo passo tutto quello che l’opzione chiavi in mano c’avrebbe portato perché hanno uno showroom nel quale ti fa toccare proprio con mano tutto quello che poi veramente abbiamo messo qui e quindi ci ha fortemente colpito la qualità dei prodotti del capitolato.

Siamo rimasti molto soddisfatti da quello che è stata la figura commerciale di Andrea, ci ha seguito passo dopo passo nella stesura del preventivo, nel mettere a punto tutte le nostre migliorie che poi man mano siamo andati a richiedere

La casa è nata sulla carta nel maggio del 2018 ed è stata consegnata a metà gennaio del 2019. Quello che c’ha fatto veramente emozionare più di tutti è stato quando i primi di settembre, una volta che avevamo fatto la platea, vedere che in 10 giorni la casa sembrava quasi abitabile e quindi non vedevamo l’ora che terminassero i lavori per poter poi abitarla.

Essendo per Alberto, il nostro geometra è stato uno dei primi cantieri anzi il primo cantiere totalmente in legno l’ha seguita proprio passo passo per vedere come era lo svolgimento e tutto il resto

è stato molto forte perché a metà dei lavori ho chiesto

“Alberto come andiamo? Come pensi che sia stata fatta?”  ci ha risposto con una frase che c’ha fatto molto ridere ha detto “Io ancora gli devo trovare qualche difetto quindi”

 

 

 

VEDI LE ALTRE VIDEO TESTIMONIANZE

LA TUA CASA SUBISSATI RICHIEDI UN PREVENTIVO