Platform frame

“PLATFORM FRAME” è ad oggi il sistema costruttivo più diffuso, utilizzato ed affidabile in Italia, in Europa e nel mondo.
Il “PLATFORM FRAME” è il sistema costruttivo tipico delle case in legno americane ed è l’evoluzione del più noto sistema “BALLOON FRAME” utilizzato già dal 1750 in America. La costruzione procede per piani. Le pareti del primo piano vengono fissate al basamento, dopo di che viene realizzato il primo solaio di interpiano. A questo punto si procede con le pareti del secondo piano e così via. Per aumentare la precisione e la qualità finale del prodotto le pareti vengono assemblate presso i nostri stabilimenti con moderne linee di produzione automatizzate e poi poste in opera in cantiere.

 



Le fondazioni sono generalmente realizzate con platea in cemento armato, oppure con piani interrati composti da setti in cemento armato.
La costruzione in legno, dal piano terra in poi, ha di solito queste caratteristiche:

  • le pareti esterne e quelle interne resistenti a taglio sono costituite da telai composti da travi in legno lamellare impregnate in autoclave con sali ecologici, generalmente di sezione minima 80x160 mm, posti verticalmente ad interasse inferiore 60 cm, collegati al piede e in sommità con opportuni giunti di carpenteria in legno e piastre metalliche con travi lamellari di identica base e opportuna altezza
  • questi telai sono poi irrigiditi mediante pannelli in legno OSB 3 (Oriented Strand Board) dello spessore minimo di 18 mm prodotto con incollaggio PMDI (colle prive di formaldeide)
  • gli elementi così composti vengono assemblati fra loro in maniera da ottenere il controventamento necessario
  • l’assemblaggio tra travi lamellari e pannelli è realizzato tramite impianto in linea a cnc con cambrette o chiodi o viti posti a un opportuno interasse

 
Generalmente la struttura portante delle pareti come sopra indicata può anche raggiungere resistenza al fuoco R60 (come previsto per gli edifici ad uso scolastico).
Le pareti esterne sono poi rivestite esternamente con un cappotto termico e relativo intonachino ai silicati silossani, mattoni faccia vista, pietre o può avere delle doghe in legno a vista, mentre internamente vengono completate con un pannello in cementolegno per consentire uno spazio tecnico necessario al passaggio degli impianti (cavedio), e successivamente viene istallato il pannello di finitura interna in cartongesso o gessofibra.

 

 

Il collegamento tra le pareti portanti in legno e le fondazioni in c.a. viene assicurato mediante idonee piastre metalliche ancorate con  barre filettate in acciaio o tasselli meccanici. I solai di interpiano sono realizzati con travi in legno lamellare, poste a interasse variabile a seconda della luce, in appoggio alle travi viene posto un perlinato di opportuno spessore, nella parte superiore al perlinato vengono realizzati i massetti in cls, gli impianti e successivamente qualsiasi tipo di pavimento finale (parquet, ceramica, pavimenti galleggianti, ecc.).

I solai di copertura termoventilati vengono realizzati con un’orditura in legno lamellare posta a opportuno interasse con sovrastante perlinato, listello in legno per alloggio isolante, isolante, listello di ventilazione, pannello in legno OSB (Oriented Strand Board, prodotto con incollaggio PMDI - colle prive di formaldeide), guaina impermeabilizzante e manto finale di copertura in tegole o coppo di laterizio.

 

 


Edificio ultimato - Building finished

 

 


Solaio di copertura - Roofing

 

 


Piano secondo - Second floor

 

 


Solaio piano primo - First floor ceiling

 

 


Piano terra - Ground floor

 

 


Trave radice - Root beam

 

 

 

 

Esempi di stratigrafie personalizzabili in funzione delle specifiche di progetto.